DOPO LE SBARRE: laboratorio

papa_tel_azz

Domenica 13 e domenica 20 marzo  laboratorio in carcere durante i colloqui prolungati tra detenuti e famiglie organizzati dal Telefono Azzurro in occasione della Festa del Papà.
Annalisa volontaria di Legambiente che ha partecipato all’iniziativa l’ha descritta così: “Parlando con Christian e Marta di Jengafilm avevo già scoperto che il carcere può essere un'opportunità, oltre che un distacco, ma la vita di prima rimane fuori e il rischio è che ci si abitui a una realtà troppo ristretta, con le sue regole e i suoi limiti ma anche con tutte le sue protezioni. Come evitare di non sapere più come affrontare la vita "normale" un domani? Come si fa a mantenere vivi gli affetti che c'erano? Si può creare una rete di relazioni forti che sostengano una volta fuori e che offrano, almeno, qualche alternativa? Per chi sta fuori, il pericolo è lo stesso: carcere e detenuti sembrano un universo separato e incompatibile con le nostre vite normali, per definizione. A volte bisogna pensare a un papà lontano dal figlio, non a un detenuto in punizione, per capire davvero il problema. Conoscere direttamente questa realtà ti fa rendere conto di come sia utile attivare occasioni di "normalità" per un percorso di reinserimento in società che possa creare prospettive di recupero.”

 

"Pupazzi di primavera” realizzati dai nostri lupetti con l'aiuto di un detenuto in permesso e poi donati alle donne del Centro Diurno Intrecci dell’Anffas.  Un po' di acqua e di pazienza e i semi d'erba all'interno germoglieranno dando ai nostri pupazzi una folta capigliatura primaverile.

Per sostenere il progetto dell'Unicef di Padova, volto a trasformare piazzetta Forzatè in un'agorà dei bambini e degli adolescenti, ecco il nostro "Luna park in piazzetta".

 

juta_Don_Bosco Giochi di Juta e cartone per l'Associazione Gioco e Benessere in pediatria. Un percorso contraddistinto da una strana (e bellissima) alchimia di partecipanti che ha unito le forze di detentuti, volontari, bambini dell'Istituto Don Bosco e studenti dell'ISISS Magarotto. Grazie a tutti :)